BURDEN CITY. Riuso creativo di pensieri, materiali, edifici e spazi

Ciclostile Architettura

Abstract


L’approccio a tematiche nuove e complesse impone sempre alla base uno sforzo di riordino e programmazione degli elementi, diventa perciò basilare interpretare e rielaborare le mutevoli necessità della società, cercando un approccio sostenibile ed efficace rispetto alle criticità del processo progettuale e costruttivo raggiungendo nuovi metodi di lavoro.
Le diversità dei progetti che abbiamo affrontato ci hanno portato a guardare con occhi diversi le cose intorno a noi attribuendo alle energie potenziali un valore altissimo, all’improvviso la città è diventato un luogo di immense opportunità, pieno di energie da liberare e luoghi da scoprire.


Parole chiave


burden; city; riuso; creativo; pensieri; materiali; edifici; spazi

Full Text

PDF (Italiano)

Riferimenti bibliografici


Bruner, Jerome (1988), La Mente a più dimensioni, Laterza, Bari

Lynch, Kevin (1960), The Image of the City, MIT Press, Cambridge

Munari, Bruno (1981), Da cosa nasce cosa, Laterza, Roma/Bari

Nicoletti, R., Rumiati R. (2006), I processi cognitivi, Il Mulino, Bologna

Vygotskij, Lev (1980), Il processo cognitivo, Bollati Boringhieri, Torino

Wenger, Etienne (1998), Communities of practice. Learning meaning and identity, Cambridge University Press, Cambridge




DOI: 10.6092/issn.2036-1602/3956

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2013 Ciclostile Architettura

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.